Sara Errani: “Oggi male, molto male. Ora avanti con le quali sull’erba”

sara-errani-kiki-mladenovic-2017-roland-garros

La ns Sara Errani in azione sul Susanne Lenglen contro Kiki Mladenovic nel R2 del Roland Garros 2017

Purtroppo la corsa parigina della nostra Sara Errani è stata interrotta dalla beniamina di casa. La francese Kiki Mladenovic - protagonista di un infortunio alla schiena che le è quasi costato l'eliminazione al 1T - ha trovato il modo ed il tempo di tornare in campo in condizioni fisiche ottime e giocarsela col favore e la spinta del pubblico di casa. 


"Beh oggi ho fatto abbastanza schifo, probabilmente avevo troppa adrenalina e alla fine magari è stata controproducente. Non ho fatto nulla, giocavo piano, appena spingevo sbagliavo. Davvero male oggi, molto male. Mentalmente ero preparata ad affrontare un pubblico francese che ovviamente avrebbe tifato per la sua giocatrice, ma quello che ha fatto lei per me è bruttissimo. In confronto alla Cornet è nulla. Poi ovviamente alla stretta di mano ho lasciato perdere. Mi sono trattenuta, non sapevo cosa mi sarebbe potuto uscire dalla bocca.


Continuare ad allenarmi come sto facendo, mettendo tutto e anche più di quello che ho. Ho la voglia di mettermi in gioco e lavorare. Da febbraio sono migliorata, sto lavorando tanto fisicamente ma non è facile, devo gestire anche cose non riguardano solo il tennis, anche altri aspetti emotivi. 

L’anno scorso mi mancava voglia di fare, sono stata ferma tanti giorni senza fare nulla a fine anno per delle scelte sbagliate. Avevo bisogno di staccare con il cervello, e forse sarebbe stato meglio non giocare per nulla. Ho preso tante batoste sapendo di non essere al meglio, ho voluto continuare, ma è andata male. Da quest’anno ho cambiato le cose, so che per migliorare devo lavorare in questo modo, un po’ alla volta i frutti arriveranno. Sto lavorando tanto atleticamente, probabilmente non ho mai lavorato così tanto. Vorrei acquisire cose nuove anche nel mio tennis.

La mia strada ora continua sull'erba: sono fuori da tutti i tabelloni prima di Wimbledon, quindi farò praticamente tutte le qualificazioni.

All’inizio è stata dura senza coach Pablo Lozano, i primi mesi. Poi c'è stata l’esperienza in preseason con Fissette, adesso mi sto trovando a lavorare bene con il mio preparatore atletico Francesco, Andrea Capodimonte e Montalbini. Spero di poter continuare così con loro.

VIDEO HIGHLIGHTS: Sara Errani v. Kiki Mladenovic - R2 @ Roland Garros 2017

Potrebbero interessarti anche...