sara-errani-semifinale-charleston-2016-putintseva-vesnina-volvo-car-open

sara-errani-semifinale-charleston-2016-putintseva-vesnina-volvo-car-opensara-errani-semifinale-charleston-2016-putintseva-vesnina-volvo-car-open

La nostra Sara Errani mette a segno un altro colpaccio e conquista per la 2a volta dall’inizio della stagione 2016 la SEMIFINALE di un WTA Premier al Volvo Car Open di Charleston!

A farne le spese stavolta è stata la promettente Yulia Putintsevaattualmente n.51 della WTA: la ardente giocatrice russa naturalizzata kazaka non aveva fallito un colpo prima di oggi e si non era mai tirata indietro di fronte a sfide di qualsiasi calibro, compresa quella di ottavi di finale contro la pluri-campionessa Slam e veterana Venus Williams.

La guerriera italiana però aveva fatto i compiti a casa ed è scesa in campo pronta per affrontare questo test non facile ed aggiudicarsi la posta in palio a qualsiasi costo. Tutto è andato come previsto: fino dai primissimi scambi in avvio di match le ragazze hanno scatenato una guerra senza quartiere per la conquista di ogni singolo grano di terra verde in campo set, rendendo – tra gli altri – il 3° game disputato il più lungo nella storia del Volvo Open.

Alla nostra Sarita ci sono voluti più di un 1h40 minuti di gioco, un pericoloso svantaggio di 3-5 ed un tie-break da all-in per sferrare finalmente il colpo del KO ed abbattere psicologicamente la sua avversaria per concludere in sicurezza. Risultato finale: 7-6(2), 6-1.

Questo il commento di Sara Errani durante la conferenza post-partita:

“E’ stata dura.. E’ stato un primo set veramente lunghissimo. Avevo molta difficoltà a chiudere i punti nel primo parziale. Ho cercato di rimanere aggressiva durante tutta la partita ma lei (ndr. Putintseva) si muoveva benissimo e correva un sacco. Ecco perchè ogni punto era molto più difficile da chiudere.”

“Ho iniziato ad innervosirmi un po’ per questo ma dentro di me ero cosciente di essere al suo stesso livello di gioco, quindi anche quando sono andata sotto 3-5 non ho perso la speranza di poter vincere il primo set. Ho cercato di spingere sempre quando potevo e di rimanere concentrata al massimo. Alla fine mi è andata bene.”

Ma come piace sempre ricordare alla nostra finalista del Roland Garros, non c’è tempo per i festeggiamenti. La cosa più importante ora è riposarsi e non distogliere gli occhi dalla preda: domani Elena Vesnina – attualmente n.64 della classifica mondiale – scenderà in campo per contenderci un posto per la finale (ndr. 2° match a partire dalle 7pm, ora italiana).

“Per il momento parlerò col mio coach solo del match che ho appena finite. Domani penseremo a come impostare il prossimo e alla tattica migliore per superarlo. In ogni caso sono molto contenta di essere in semifinale.” 

— Psst! Non lo dite a Sara ma noi un’altra cosetta da festeggiare l’avremmo! Se non vuole essere nominata per avere raggiunto il penultimo turno di un Premier non ci sono problemi: è un piacere per noi presentarvi la nuova n.9 della Race to Singapore valida per I WTA Championships 2016! 

VIDEO HIGHLIGHTS (Errani v. Putintseva):